Data Pubblicazione: 18 Gennaio 2016

Abitare In SpA si prepara allo sbarco in Borsa

La società attiva nell’immobiliare e in particolar modo nel settore prima casa. Realizzati interventi che prevedono la demolizione di edifici esistenti

Milano.

Abitare In Spa prova ad anticipare la ripresa del mercato immobiliare quotandosi sull’AIM, il mercato che Borsa Italiana ha dedicato alle piccole e medie imprese prendendo a modello l’omonimo listino di Londra. La quotazione è attesa entro il primo trimestre del 2016 con un flottante massimo del 40%. In vista dello sbarco sul listino milanese, Abitare In Spa ha deliberato due aumenti di capitale: il primo per investitori qualificati per un massimo di 7,5 milioni di euro e una seconda tranche di 500 mila euro per il mercato retail. Lo specialista milanese del real estate prevede inoltre l’emissione, successivamente alla quotazione, di un mini bond per un importo massimo di 8 milioni di euro. Il mercato di riferimento di Abitare in Spa è quello milanese che è senza dubbio quello più dinamico su tutto il territorio nazionale. Basti ricordare che nei primi mesi del 2015, dunque in piena crisi del settore, il Fondo sovrano del Qatar, la Qatar Investment Authority, ha rilevato per 2 miliardi di euro il progetto di Porta Nuova.

Abitare in Spa è attiva nello sviluppo immobiliare e in particolar modo nel settore abitativo. Si rivolge principalmente al mercato della prima casa e realizza esclusivamente interventi che prevedono la demolizione di immobili esistenti, generalmente di tipo produttivo o industriale, e la riedificazione di nuovi edifici residenziali di qualità. Attualmente, dopo “Abitare in Poste”, l’iniziativa immobiliare in fase di conclusione e che genere- rà ricavi del 2016 per 20 mi- lioni di euro, la società mila- nese ha in corso due nuove iniziative per le quali è atteso un fatturato complessivo superiore ai 70 milioni di euro. Il raggiungimento di questi risultati dovrebbe essere favorito dai segnali di miglioramento della congiuntura nel settore del real estate.

Secondo l’Osservatorio dell’Agenzia delle Entrate, nel secondo trimestre 2015 l’aumento delle compravendite di case a livello nazionale si è attestato a quota +8,2%, mentre da luglio a settembre 2015 le transazioni sono aumentate del 10,8%. Nel terzo trimestre 2015 a Milano si sono vendute il 18,2% di case in più rispetto a un anno fa, +9,2% l’aumento nel secondo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. All’appello manca ancora la ripresa dei prezzi ma nel corso del 2016 gli esperti si attendono che si materializzi anche quest’ultimo fattore.

Please follow and like us:

 

Autore: LaRepubblica - Affari e Finanza (p.41)

Fonte: La Reppublica

Press correlate

Si parte da qui per [...]Le compravendite nel 2019 [...]Secondo un report di [...]Nel quarto trimestre del [...]Prosegue il periodo [...]La seduta di ieri ha [...]
Please follow and like us: