Editoriale

Era l’8 aprile del 2016 quando Abitare In divenne ufficialmente una Società quotata all’AIM Italia. Da allora il cammino è stato un susseguirsi di risultati eccezionali e in costante crescita.

Sono stati consegnati gli appartamenti del primo progetto Abitare in Poste; abbiamo vissuto l’intero periodo commerciale dello straordinario progetto Abitare in Maggiolina; oggi stiamo affrontando l’avvio della seconda campagna promozionale del progetto Milano City Village in zona Viale Umbria. I numeri fino ad oggi ci danno credito, non solo in termini di risultati ma anche di credibilità, che abbiamo costruito passo dopo passo, un progetto per volta.

Perché la nostra visione non è solo quella di sviluppare progetti residenziali iconici e riqualificanti per le zone in cui sorgono. Soprattutto a Milano, si parla sempre più di “rigenerazione urbana” per definire questa attenzione al sociale, alla collettività e alla città in sé. Nel nostro immaginario abbiamo visto qualcosa che va oltre il mondo immobiliare degli ultimi 30-40 anni, oltre anche questo concetto di rigenerazione. Ci definiamo Stilisti Urbani perché abbiamo scorto la possibilità di intervenire sul tessuto cittadino e sulla sua rete di connessioni e relazioni sociali, sviluppando interventi architettonici residenziali di grande impatto estetico e a servizio della collettività.

Bauman parlò di «modernità liquida» per tradurre lo stato di estrema dinamicità delle variabili sociali, espressivo-artistiche e culturali altrimenti dette antropologiche. Velocità di cambiamento che si ripercuote non solo sulle relazioni persone-persone o cose-persone, ma anche sull’industria: oggi infatti si parla di industria 4.0, di PMI innovative, Smart Start-up e altre realtà che identificano un nuovo modo di concepire lo stare al passo con i tempi.

In questo “flusso di cambiamenti continui”, il settore immobiliare residenziale gioca un ruolo fondamentale per offrire e garantire un nuovo supporto alla quotidianità delle persone che vivono la città e che oggi più di ieri si trovano ad affrontare una vita sempre più smart, più connessa e più complessa. Senza dimenticare che le persone sono anche clienti, quindi attenti e consapevoli “consum-autori”, preparati alla pluralità e alla complessità del mondo. Non sono passivi nelle loro scelte di consumo e/o acquisto, ma maturano la loro scelta sulla base di pensieri ponderati, razionali, ben definiti.

Nell’acquisto di una nuova casa vengono considerate molteplici variabili che sono alla base della nascita e della crescita di Abitare In e del suo prodotto “casa”: dove la casa non sia solo quella che Le Corbusier definiva «una macchina per abitare» e neppure una cosa bella, efficiente e che costi poco, ma anche molto altro.

Noi pensiamo alla “prima casa”, quella fatta per essere vissuta 365 giorni all’anno, per le giovani coppie, per le famiglie, per i senior. Una casa che non è solo impianti, strutture e mattoni, ma è fatta soprattutto dalle persone. Parlare di persone significa parlare di emozioni, di sentimenti, di aspettative, di sogni. Significa anche considerare quella «Psicologia dell’Abitare» che unisce gli aspetti più “duri” delle tecnologie e dell’architettura di un progetto a quelli più “morbidi” della psicologia e della sensibilità umana. Oltre a questo, siamo gli unici sul mercato ad offrire l’opportunità esclusiva di sviluppare una casa da progettare “su misura”, sulla base dei sogni e delle esigenze di ciascun cliente, come fosse un vestito sartoriale.

Progettare per le persone, intorno alle persone. Quello che i tecnici definiscono “human centric designed”. Quello che noi di Abitare In, con il nostro show-room, con il nostro modo di fare progetti residenziali straordinari, abbiamo definito “Home feeling”: quella sensazione che si prova quando “ci si sente a casa”.

Pensare alle persone significa pensare per il futuro, ma anche pensare “IL” futuro.

Con queste considerazioni nasce il nuovo sito di Abitare In, ripensato e ridisegnato completamente, per un utilizzo nuovo e più dinamico, con nuove sezioni che vivranno aggiornamenti frequenti e sempre attuali per il mercato, per i nostri clienti e per tutti coloro che vorranno informazioni sul real estate. Ci sono moltissime sezioni innovative per il settore, pensate per andare incontro ad una fruibilità dei suoi contenuti più piacevole e un po’ più ludica. Il nuovo sito ci permetterà di continuare quel percorso di comunicazione, di immagine e di attenzione alla persona che abbiamo iniziato quasi tre anni fa e in cui crediamo fortemente.

Perché la casa è il prodotto di Abitare In, ma Abitare In è fatta di persone. Noi.

Una buona navigazione a tutti.

Il team di Abitare In

Please follow and like us:

Diari correlati

Ne parla Stefano Bollani, [...]“Abitare In celebra da [...]Eleonora Reni, Investors [...]In fiera e in centinaia [...]Marco Grillo, [...]Giovedì 14 marzo. [...]
Please follow and like us: